Trapianto di pelle per un bambino colpito da una forma molto grave di epidermolisi bollosa

Vi segnalo questo articolo uscito su The Guardian, e relativo ad un trapianto di pelle molto esteso effettuato su un bambino siriano di 7 anni affetto da una forma estremamente grave di epidemolisi bollosa su più dell’80% del corpo.

L’aspetto straordinario, oltre il valore inestimabile della vita salvata a questo bambino, è il fatto che la pelle trapiantata è stata fatta crescere in laboratorio da campioni di pelle sana prelevata dal paziente stesso e modificata geneticamente in modo da renderla immune alla malattia!

L’operazione è stata effettuata dai medici della University Children’s Hospital, Ruhr University Bochum, che dopo aver tentato infruttuosamente di trapiantare nel bambino, pelle prelevata dal padre, hanno chiesto l’aiuto di medici dell’Università di Modena, del team di Michele De Luca, che da tempo sono pionieri della ricerca sulla rigenerazione della pelle in lavoratorio, ma che mai avevano provato ad utilizzarla per un tentativo così ambizioso.

L’articolo, in inglese, contiene alcuni dettagli, ed è reperibile a questo link:
https://www.theguardian.com/science/2017/nov/08/scientists-grow-replacement-skin-for-boy-suffering-devastating-genetic-disorder

Per i medici, ricercatori e studenti che possono aver accesso ai contenuti dell’articolo scientifico uscito su Nature il 6/11/2017, il link è il seguente:
https://www.nature.com/articles/nature24487.

Filippo Lattuca
Vice Presidente ANPPI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *